biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

 

sab

22

nov

venerdì
18
gennaio
lunedì
4
febbraio

Giorno della Memoria

da venerdì 18 gennaio a lunedì 4 febbraio

Le iniziative di Biblioteche di Roma

Sorgono allora delle domande: perché dobbiamo ricordare? E che cosa bisogna ricordare? Bisogna ricordare il Male nelle sue estreme efferatezze e conoscerlo bene anche quando si presenta
in forme apparentemente innocue: quando si pensa che uno straniero, o un diverso da noi, è un Nemico si pongono le premesse di una catena al cui termine, scrive Levi, c’è il Lager, il campo di sterminio. Dall’introduzione di Vittorio Foa a "Se questo è un uomo " Primo Levi.
Il 27 gennaio 1945 truppe dell’Armata Rossa, in marcia verso Berlino, giunsero presso la città polacca di Oświęcim, varcarono i cancelli di una fabbrica e liberarono alcune creature ivi tenute. Era la scoperta di Auschwitz, il nome tedesco di quella città, della sua efficiente macchina della morte, il campo di concentramento, del genocidio nazista indelebilmente consegnato alla storia, vistoso nei cumuli di cadaveri, nei volti e nei corpi scheletriti dei superstiti. Dopo quel 27 gennaio il mondo non sarebbe più stato lo stesso. Sapevamo, ormai. Perché non ci sia mai più un luogo dove “tutto è possibile”, anche l’impensabile, come nella Germania nazista, secondo Hannah Arendt, non resta che coltivare la memoria, tramandarla e tenerla viva. Le Biblioteche di Roma la celebrano così.


Nelle biblioteche dove non si svolgeranno specifici eventi saranno allestite vetrine tematiche sulla Shoah, la memoria, il razzismo.   
Scorri a sinistra
Scorri a destra

Sitemap

L'IstituzioneLe Biblioteche NewsRagazzi Bibliocard

Servizi

Risorse digitali

Esplora

Progetti