biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

gio

28

giu

mercoledì
23
maggio
giovedì
28
giugno

Roma ricorda Giorgio Caproni

23 maggio - 28 giugno 2012

23 maggio – 28 giugno 2012

Ha vissuto un trentennio a Roma, Giorgio Caproni, e qui ci ha lasciato insieme ai suoi ricordi e ai suoi scritti dedicati alla città. C’è vissuto nella capitale dal dopoguerra, in compagnia delle penne più autorevoli del novecento: Gadda, Pasolini, Moravia. Ha guardato la Roma della periferia di Pietralata e Tiburtino III, la capitale bella con tutta la sua forza ispiratrice e creativa e la triste Roma della speculazione edilizia degli anni sessanta. L’ha raccontata con sguardo lucido e poetico.

A lui è dedicata, nel centenario della sua nascita, la mostra GIORGIO CAPRONI. Roma, la città del disamore progettata e curata da Elisa Donzelli e organizzata dalle Biblioteche di Roma. L’esposizione presso la biblioteca Guglielmo Marconi, fautrice dell’iniziativa, ne ripercorre il viaggio sentimentale attraverso i libri e con il supporto di filmati, letture e laboratori di poesia e musica.

Cinquemila i volumi consultabili che rappresentano la quasi totalità della biblioteca originaria del poeta: un patrimonio di valore e rarità.

La Roma di Caproni “che non è una città, è un mondo”, è un viaggio poetico ancora segreto e tutto da esplorare. Intrecciando i preziosi materiali cartacei conservati nel Fondo “Giorgio Caproni” con le poesie e le prose dell’autore, la mostra mette in luce, l’anima, lo stupore e il disincanto del poeta di fronte alla “luce rossa di Roma”.

“Per lei voglio rime chiare,
usuali: in -are.
Rime magari vietate,
ma aperte: ventilate.
Rime coi suoni fini
(di mare) dei suoi orecchini.
O che abbiano, coralline,
le tinte delle sue collanine.
Rime che a distanza
(Annina era cosí schietta)
conservino l'eleganza
povera, ma altrettanto netta.
Rime che non siano labili,
anche se orecchiabili.
Rime non crepuscolari,
ma verdi, elementari”.

Giorgio Caproni nasce a Livorno nel 1912; a 10 anni si trasferisce con i genitori a Genova, dove studia musica e ottiene il diploma magistrale. Nel 1935 inizia l’attività di maestro elementare in Val Trebbia. Nel 1939 si trasferisce nella capitale. Durante la guerra combatte sul fronte occidentale, partecipando attivamente alla Resistenza in una brigata operante in Val Trebbia. Dopo la guerra rientra a Roma dove prosegue l’attività d’ insegnante e collabora a giornali e riviste come "Mondo operaio", "La fiera Letteraria", "Il punto", "La Nazione”. Muore a Roma nel 1990.

Elia Cevoli


BIBLIOTECA GUGLIELMO MARCONI tel. 0645460301 - guglielmomarconi@bibliotechediroma.it

AREA POLO SBN  tel. 0645460334 polormb@bibliotechediroma.it

Via   Gerolamo Cardano, 135 00146 Roma

www.bibliotechediroma.it