biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

I sommersi e i salvati

Levi, Primo <1919-1987>

Einaudi - 1986

Riflessione sul carattere problematico dell'esperienza della deportazione nei campi di sterminio. Ripercorrendo la propria vicenda personale, Levi non si limita a rievocare gli orrori del nazifascismo, ma si interroga sui rischi che tali orrori possano ritornare in altri luoghi e sotto altre forme. La violenza non è caratteristica esclusiva dei regimi totalitari, si riscontra infatti anche negli Stati autoritari del Terzo mondo o nelle democrazie parlamentari. L'attenzione che nella sua prima opera veniva rivolta alle vittime è qui invece focalizzata sui carnefici visti anche essi nella loro umanità. Un altro aspetto messo in evidenza è il carattere fallace della memoria dei reduci che in situazione estreme presenta il rischio di essere unilaterale. Un intero capitolo è dedicato all'analisi delle posizioni espresse da Amery sull'esperienza degli intellettuali nel lager. (A5)
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Links
  • Commenti
  • Chi ha letto questo ha letto anche...