biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Faro, la Cinecittà di Ingmar Bergman : un'isola svedese raccontata con foto, storie, interviste e film

Teti Sandro

Ingmar Bergman ha ambientato a Faro molti dei suoi capolavori, tra cui Persona, Passione, La vergogna e alcune situazioni in Scene da un matrimonio. Nella stessa isola ha portato a termine il montaggio di Fanny e Alexander e il Flauto magico, A Faro sono dedicati due documenti del regista che hanno lo stesso titolo; Farodokument, il primo è datato 1969, il secondo 1979. Qual è il legame misterioso tra Bergman e la sua isola? A Faro Bergman arriva per la prima volta nell'aprile del 1960. Deve girare Come in uno specchio, il film che gli avrebbe dato il secondo Oscar dopo quello conquistato con La fontana della vergine,«Se si vuole essere solenni, si può dire che avevo trovato il mio paesaggio, la mia vera casa. Se si vuole essere allegri, si può parlare d'amore a prima vista», scrive il regista in Lanterna magica, l'autobiografia.