biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Il taccuino del vecchio

Caproni, Giorgio

1972

Introduzione di Giorgio Caproni alla sesta opera poetica di Giuseppe Ungaretti nella quale sono riunite circa trenta composizioni nuove di cui ventisette composte per altre raccolte tra cui gli “Ultimi cori per la terra promessa”. Caproni, che lesse per la prima volta nel 1919 le poesie di Ungaretti raccolte in “Allegria di naufraghi”, ne rimase coinvolto profondamente. Infatti in quelle liriche ritrovava il sapore perduto della grande, semplice poesia, evocatrice di profondi sentimenti espressi: “parole per parola, silenzio per silenzio” rieducando il lettore a sentire ancora una volta, nel linguaggio lirico, come sempre in antico si era sentito, la sovranità assoluta del Verbo sulla frase … e a restituire alla Parola (alla poesia) tutto …. il suo potere d’incanto e di emozione oltre lo stesso significato letterale”. Nell’opera “Il Taccuino del vecchio”, Caproni sentì profondamente che con le liriche di Ungaretti la “poesia torna alla poesia” e “la luce al giorno”.
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Links
  • Commenti
RMB$Q1GUGLIELMOMARCONIFONDI@Guglielmo Marconi-Fondi Speciali

Biblioteca

  • Guglielmo Marconi-Fondi Speciali

Guglielmo Marconi-Fondi Speciali

Documento per sola consultazione interna

Inventario
CAP 4838
Collocazione
Caproni IC 4838
Note
1 v. (2. copia)

Documento per sola consultazione interna

Inventario
CAP 4840
Collocazione
Caproni IC 4840