biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Rappresaglie dopo la Resistenza : l'eccidio di Schio tra guerra civile e guerra fredda

Morgan, Sarah

Mondadori Bruno - 2002

Durante la notte del 6 luglio 1945, a oltre due mesi dalla Liberazione, cinquantaquattro fascisti - tra uomini e donne - detenuti nella prigione di Schio, in attesa di giudizio, vennero uccisi da un gruppo di partigiani appartenenti alle locali formazioni garibaldine. Per comprendere il valore storico e le implicazioni etiche di tale eccidio, l'autrice esamina criticamente i miti e le forme della Resistenza entro cui esso si inscrive. Attenzione particolare viene rivolta al ruolo svolto dal Partito comunista italiano nella costruzione del mito della Resistenza. A partire dalla ricostruzione storica di questo avvenimento vengono messi in rilievo i diversi punti di vista sulla legittimità del ricorso alla violenza nel corso delle azioni partigiane. Dall'analisi emerge che la comunità di Schio era tradizionalmente lacerata da profonde fratture sociali e politiche che la guerra aveva solo contribuito ad esacerbare. (A5)
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Links
  • Commenti